TOSCA (Catania)


Siamo spiacenti, la possibilità di registrarsi all'evento è finita.

Tosca di Giacomo Puccini


  • Data: 10/08/2018 21:30
  • Posizione: Via Vittorio Emanuele II, 95131, Catania, CT, Italia (Mappa)
  • Ulteriori Informazioni: Palazzo Platamone

Descrizione

Speciale ragazzi e under 26. Prezzi a partire da 13€1


Catania, Palazzo Platamone mappa qui

ACQUISTA ORA


PRODUZIONE MYTHOS OPERA FESTIVAL
Regia Enrico Stinchelli

Coro Lirico Siciliano
Maestro del coro Francesco Costa
Orchestra Filarmonica della Calabria
Direttore d'orchestra Hobart Earle

Regia Enrico Stinchello 

Co Regia Frederik Boni

Trama
Roma1800. Angelotti console dell'ex Repubblica Romana è fuggito da Castel Sant'Angelo e si rifugia nella chiesa di Sant'Andrea della Valle, dove sua sorella la Marchesa Attavanti ha nascosto degli abiti femminili che gli permetteranno di passare inosservato. La donna è stata ritratta senza saperlo dal pittore Mario Cavaradossi. Questi si accorge di Angelotti che gli rivela la propria situazione. Improvvisamente vengono interrotti dall'arrivo di Tosca, che, riconoscendo nel dipinto della Maddalena la figura della Marchesa Attavanti, fa una scenata di gelosia a Mario, che a fatica riesce a calmarla e congedarla. Angelotti esce dal suo nascondiglio e riprende il discorso con Mario che lo indirizza nella sua villa. Improvvisamente sopraggiunge Scarpia, capo della polizia, che sospetta fortemente di Mario. Per trovare Angelotti cerca di coinvolgere Tosca suscitando la sua morbosa gelosia. La donna credendo alle parole di Scarpia giura di trovarli. Scarpia la fa seguire. Mentre a Palazzo Farnese Scarpia consuma la cena, Spoletta, uno scagnozzo, gli conduce Mario che è stato arrestato. Questi si rifiuta di rivelare dov'è Angelotti e viene condotto in una stanza e torturato. Giunge Tosca che stremata dalle grida di Mario confessa il nascondiglio dell'evaso. Mario indignato che Tosca abbia parlato, cerca di scacciarla. Scarpia condanna a morte Cavaradossi. Disperata Tosca vuole donarsi a Scarpia se egli acconsentirà di liberare Mario. Scarpia convoca Spoletta e con un cenno di intesa fà credere a Tosca che la fucilazione sarà simulata e i fucili caricati a salve. Mentre sta scrivendo il salvacondotto che li porterà fuori dallo Stato Pontificio, Tosca aggredisce Scarpia e lo pugnala.
All'alba sui bastioni di Castel Sant'Angelo, Mario è pronto a morire. Scrive un'ultima lettera d'amore a Tosca che nel frattempo arriva e spiega di aver ucciso Scarpia. Lo informa della fucilazione simulata e scherzando gli raccomanda di fingere bene la morte. Ma Mario viene fucilato davvero e Tosca inseguita dai poliziotti, che hanno scoperto la morte di Scarpia, si getta dagli spalti del castello.




ACQUISTA ORA

Mythos Opera Festival

Per ritirare i biglietti è necessario portare con sé la ricevuta di acquisto arrivata per email presso la biglietteria sita al Palazzo Platamone

Note

1) Riduzioni ragazzi e under 30 al botteghino. Per info e prenotazioni info@MyhtosOperaFestival.com


Termini e Condizioni sull’acquisto dei biglietti.


1. I biglietti emessi valgono esclusivamente per la data indicata sugli stessi; si prega pertanto il gentile pubblico di controllare accuratamente i biglietti al momento dell'acquisto. In caso di mancato utilizzo non sono convertibili in biglietti per un'altra data.
2. In caso di maltempo lo spettacolo non viene mai annullato prima dell'orario di inizio previsto.
Qualora le condizioni meteo non consentano il regolare svolgimento dello spettacolo, L’Associazione Culturale e Musicale “ Sicilia, Arte, Cultura“ si riserva il diritto di posticipare l’inizio della rappresentazione sino a 120 minuti dopo l’orario di inizio previsto, prima di decidere e comunicare l’eventuale annullamento dello spettacolo.
I biglietti saranno rimborsati solo in caso di annullamento dello spettacolo prima del suo inizio.
In caso di sospensione dello spettacolo dopo il suo inizio, verrà meno ogni diritto al rimborso del biglietto.
Per il Regolamento Completo dei diritti dello spettatore clicca Informazioni per gli spettatori 2018.pdf